Cronaca di una domenica calcistica da dimenticare

In questra sezione potremo discutere di tutte le notizie di calcio che non riguardano la Bari. Ampio spazio dedicato al calcio internazionale.

Moderatore: Moderatori

Cronaca di una domenica calcistica da dimenticare

Messaggioda Alessio B. » 24/09/2019, 12:51

Tra i tanti tratti che caratterizzano da sempre il genere umano vi è sicuramente l'innato desiderio di voler conoscere le cose ed essere in grado di spiegare i fenomeni del mondo.
Alcuni di questi sono stati egregiamente spiegati dalla scienza, per esempio oggi sappiamo che se una mela si stacca da un ramo cade a terra per via della forza di gravità, oggi sappiamo anche che i temporali non vengono scatenati dai cosiddetti cinque minuti di Zeus ma che sono causati da un'elevata umidità nell'aria nella troposfera e tante altre cose da scienziati.
A questo desiderio di teorizzare qualsiasi sospiro del nostro Mondo non sono sfuggiti, forse anche per paura di accettare l'idea di vivere in un mondo senza senso, anche quei momenti in cui ogni minima cosa sembra accadere solo per far andare TUTTO per il verso sbagliato: gli indiani hanno elaborato la teoria del Karma, i cristiani si sono inventati il più rassicurante ma troppo sbrigativo piano divino, Artur Bloch ha elaborato invece le più dure da digerire ma probabilmente più veritiere Leggi di Murphy ma tutte queste, ed altre, ipotesi avanzate per spiegare quei periodi in cui l'Universo non fa altro che mostrarci costantemente il dito medio non sono altro che un velo di Maya atte coprire quella che è la dura e fredda realtà rappresentata da "Il Marrone."
Il Marrone è un ente subdolo, perverso ed estremamente malvagio il cui unico scopo è mettertelo sempre dalle parti del perineo assumendo svariate e mutevoli forme e con modalità sempre diverse. Non c'è modo di battere il Marrone. Si può solo sperare nella sua rara clemenza.

Questo che segue è il racconto di una domenica, quella del 22 settembre, devastata dal Marrone.


Come tutte le domeniche che si rispettino anche questa era iniziata con il sacro rito della schedina e recatomi al centro scommesse, ricettacolo dei più caratteristici personaggi del quartiere, inizio il consueto studio di quote ed eventi dinanzi al monitor tra classifiche, partite giocate e probabili formazioni.
Dopo minuti di grande concitazioni in cui Sofascore e Diretta.it mi fanno da ostetriche e le schedine mi fanno da neonati, partorisco e faccio due puntate: una, più soft con doppie chance, qualche fissa facile come il Napoli vittorioso al Via Del Mare di Lecce e unica quota da 2, l'X2 con GolGol a Bologna Roma. Possibile vincita con 2 euro, 30 euro. La seconda, più rischiosa ma con soli 3 eventi è costituita dal 2 fisso alla Roma in quel di Bologna, il 2+gol del Liverpool schiaccasassi di Klopp a Londra contro il Chelsea di Frank Lampard e lo stesso pronostico per il Dortmund a Francoforte contro l'Eintracht.
Per curiosità prima di andare vedo un po' di quote sui marcatori, non mi ispira granché eccezion fatta per Nicola Sansone, rigorista del Bologna, quotato 5.
Decido di non giocarlo.
Il Marrone inizia la sua opera di malvagità.
Infine, do una rapida occhiata a ciò che i bookmakers pensano del Bari, impegnato in trasferta a Francavilla, dove la vittoria della squadra di casa è data a 4.
"Se non tifassi il Bari mi giocherei 10 euro" penso tra me e me suscitando solo Dio sa quante malvagie risate al Marrone.
Alla fine esco dal centro e vado a pranzo. E' quasi l'una: è iniziata Sassuolo - Spal da una mezz'oretta. Ho Caputo (punta del Sassuolo) contro al fantacalcio.

Il Marrone prende tela e pennelli.

Non faccio in tempo ad arrivare a casa che il mio telefono viene raggiunto da una notifica di un gol: 1 a 0 per il Sassuolo, Caputo.
Mi faccio forza pensando al pranzo domenicale che mi attende e cerco di mantenere un atteggiamento positivo ma venti minuti dopo, a tavola ancora illibata viene suonato il De Profundis per la mia partita al fantacalcio: 2 a 0 Sassuolo, Caputo ancora.

Il Marrone inizia a sferzare la tela con rapidi pennellate.

Finito il pranzo, digerito sicuramente meglio della doppietta di Ciccio Caputo, mi accingo a guardare le partite delle 15 con scarso entusiasmo per il fantacalcio ma con moderata fiducia per le mie scommesse.
Il primo tempo è quanto di più brutto si possa umanamente concepire segna solo il Napoli che va negli spogliatoio sul 2 a 0 blindando di fatto la vittoria che mi serve.
Inizia il secondo tempo e le cose apparentemente iniziando ad andare bene, la Roma passa in vantaggio a Bologna con gol di Kolarov pareggiato poco dopo dal gol su rigore di... Nicola Sansone, le persone normali vedono un 1 a 1 in quel momento, io vedo un X2+Gol e rosicando da un lato per la mancata giocata di Sansone marcatore mi rallegro pensando che in questo momento sto prendendo la prima schedina.
In quel momento.
Qualche secondo dopo infatti a Genova la Sampdoria passa in vantaggio sul Torino con gol di Gabbiadini e io ho X2 ed in poche parole sta uscendo l'unico risultato che non deve uscire ovvero una vittoria della Sampdoria.
Le partite si trascinano stancamente verso la fine e le mie schedine sono inesorabilmente destinate add essere strappate , una per il Toro matato dalla Sampdoria e l'altra per una Roma che in 10 per l'espulsine di Mancini non sembra riuscire a segnare il gol vittoria, ma al 93' la luce in fondo al tunnel: Dzeko, all'ultimo respiro, trova la rete del vantaggio giallorosso su assist di Pellegrini. 1 a 2 Roma.
Siamo ancora vivi.

Ma anche il Marrone è vivo e continua a dipingere freneticamente

Alle 17:30 iniziano due partite totalmente diverse tra loro per blasone, scenario e qualità dello spettacolo offerto: Francavilla-Bari e Chelsea-Liverpool, la mia fede calcistica mi porta, ahimè, a preferire la prima alla seconda.
Nel primo tempo il Liverpool va avanti di 2 reti con Alexander Arnold e Bobby Firmino, al Chelsea il Var annulla la rete di Azpilicueta che avrebbe virtualmente realizzato il mio pronostico, il tanto agognato 2+Gol, il Bari invece, giocando in maniera ignobile come al solito va all'intervallo con il risultato a reti bianche.
Sul finire del primo tempo è iniziata anche l'altra partita che serve per la schedina, Eintracht-Dortmund e anche qui le cose si mettono bene, il Dortmund passa in vantaggio con Witsel e viene raggiunto allo scadere del primo tempo da un gol di Andrè Silva. In questo momento mancano un gol del Chelsea e uno del Dortmund per vincere la schedina e perché no? Uno del Bari per vincere anche Francavilla.

Il Marrone inizia a colpire la tela con pennellate sempre più rapide e precise

Nei secondi tempi il Bari e il Chelsea entrano in campo con uno spirito diverso e più combattivo, sembrano entrambi voler segnare quei gol che tanto mi servono e che tanto desidero. Il Chelsea ci riesce al 71' con Kantè il Bari ci va vicino con Costa, Antenucci e D'Ursi ma non riesce proprio a superare il portiere del Francavilla, intanto inizia il secondo tempo a Francoforte.
Al 74' arriva una doccia più gelida che fredda, il Francavilla alla prima sortita offensiva del secondo tempo trova il gol con Mastropietro che sembra più il nome di una pizzeria di paese che di un calciatore ma tant'è, 1 a 0 ma proprio mentre ElevenSports propone il replay della rete Sofascore mi notifica il gol del Dortmund.
In questo preciso momento sto vincendo 50 euro e soprattutto mi illudo che il Marrone abbia avuto pietà di me.

Il Marrone, invece, inizia a rifinire con maestria la tela.

I minuti che seguono sono drammatici, il Chelsea attacca alla disperata per pareggiare e il Bari fa lo stesso ma senza attacca, solo "alla disperata".
Fortunatamente il Liverpool tiene botta e riesce a vincere la partita conclusasi con un 2+Gol, come da copione e dopo non pochi insulti e ingiurie rivolte ai giocatori e all'allenatore del Bari e alle loro genitrici, la partita finisce anche a Francavilla con una vergognosa e incredibilmente umiliante sconfitta per il Bari.
La schedina però è ancora in vita ma mancano 20 lunghissimi minuti a Francoforte e Sky per qualche ragione trasmette la partita in differita dunque seguo la partita tramite Sofascore ascoltando musica per cercare di ingannare il tempo.

Il fattaccio avviene all'88 minuto, nelle cuffie c'è KIDS dei MGMT quando arriva la notifica del gol del pareggio del Francoforte ottenuto oltretutto con un autogol di Delaney.

Il Marrone firma la tela, è un capolavoro.

Qualche minutino di flebile ed inutile speranza dopo la partita finisce ufficialmente così come i miei sogni di gloria.
Il tabellino della domenica segna dunque ingloriosamente: Bari sconfitto, fantacalcio perso, schedine strappate.
E' il KO tecnico di un incontro di boxe tra me e il Marrone dove io ho fatto da umilissimo ed inerme sparring partner.

Il Marrone dopo aver riposto i pennelli, guarda con fare compiaciuto e soddisfatto la sua opera, è la sua Gioconda.






E la Curva si colora, biancorosso solo per te.....
Alessio B.
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 4285
Iscritto il: 31/01/2012, 15:57
Località: Bari(ba)

Re: Cronaca di una domenica calcistica da dimenticare

Messaggioda kikko » 24/09/2019, 13:40

Devo complimentarmi per il bel racconto.
Applausi
SE NON LA AMI QUANDO PERDE
NON AMARLA QUANDO VINCE


NOI SIAMO IL BARI
kikko
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 11153
Iscritto il: 29/05/2014, 18:27


Torna a Mondo Calcio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron