NBA - Stagione 2014 - 2015

In questa sezione commenteremo tutti gli altri sport

Moderatore: Moderatori

NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 09/03/2015, 0:53

Immagine

La stagione 2014-2015 della National Basketball Association è la 69ª edizione del campionato NBA.

SQUADRE

Le squadre che partecipano al campionato NBA sono 30 e sono le seguenti:

Immagine Atlanta Hawks
Immagine Boston Celtics
Immagine Brooklyn Nets
Immagine Charlotte Hornets
Immagine Chicago Bulls
Immagine Cleveland Cavaliers
Immagine Dallas Mavericks
Immagine Denver Nuggets
Immagine Detroit Pistons
Immagine Golden State Warriors
Immagine Houston Rockets
Immagine Indiana Pacers
Immagine Los Angeles Clippers
Immagine Los Angeles Lakers
Immagine Memphis Grizzlies
Immagine Miami Heat
Immagine Milwaukee Bucks
Immagine Minnesota Timberwolves
Immagine New Orleans Pelicans
Immagine New York Knicks
Immagine Oklahoma Thunder
Immagine Orlando Magic
Immagine Philadelphia 76ers
Immagine Phoenix Suns
Immagine Portland Trade Blazers
Immagine Sacramento Kings
Immagine San Antonio Spurs
Immagine Toronto Raptors
Immagine Utah Jazz
Immagine Washington Wizards


MODALITA' CAMPIONATO

Il campionato NBA si divide in due fasi: Regular Season e Play-off

La REGULAR SEASON vede le squadre dividersi in due gironi, detti Conference, la Western Conference e la Eastern Conference. Le conference sono formate da 15 squadre ciascuno in base alla loro posizione geografica, e le prime 8 classificate per ogni conference passano ai Play-Off.

Inoltre, le squadre sono divise in 6 sotto-gironi, detti Division. Le division sono 3 per ogni conference e sono formate da 5 squadre ciascuno.

Le squadre vengono inserite nelle division in base alla loro posizione geografica ed in base al loro andamento in campionato possono diventare campioni della loro division. Le division servono inoltre per stabilire il calendario del campionato.

Il calendario del campionato vede ogni squadra del campionato affrontare per 4 volte le squadre della propria Division, 3 volte le squadre della propria conference e 2 volte le squadre dell'altra conference, per un totale di 82 partite per squadra.

La classifica non viene stilata tramite punti come il calcio, bensì si contano il numero di vittorie e di sconfitte, in quanto nel basket non esiste il pareggio.

I PLAYOFF vengono giocati tra squadre della stessa Conference in questo tabellone:

(nome europeo -> nome americano)
Ottavi di Finale -> Primo Round di Conference
Quarti di Finale -> Semifinali di Conference
Semifinali -> Finali di Conference (dove la vincente diventa Campione della propria Conference)
Finali -> Finali NBA

I play-off vengono giocati al meglio delle 7 gare. La prima squadra a vincere 4 partite passa al turno successivo. Stesso dicasi per le finali. La prima squadra che vince 4 gare finali viene dichiarata Campione NBA.

Le 7 gare dei playff vengono disputate col sistema 2–2–1–1–1, ovvero la squadra meglio classificata in Regular Season gioca le prime 2 partite in casa, poi le 2 successive in trasferta, poi la quinta partita in casa, la sesta in trasferta, e la settima nuovamente in casa.

CONFERENCE & DIVISION

Immagine
Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

Re: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 09/03/2015, 0:56

Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

R: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda scoutman » 09/03/2015, 7:39

Certo che vedere Golden State primi e i Lakers penultimi a ovest...fa un certo effetto

Inviato dal mio HTC Desire EYE
scoutman
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 3878
Iscritto il: 14/02/2011, 15:01
Località: Bitonto

Re: R: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 09/03/2015, 13:32

scoutman ha scritto:Certo che vedere Golden State primi e i Lakers penultimi a ovest...fa un certo effetto

Inviato dal mio HTC Desire EYE


Essendo un fan dei Clippers non posso che essere contento che i Lakers si trovino lì. 8-)

Golden State, nomea a parte, merita di stare lì. Ha uno squadrone ed il milgior Steph Curry di sempre.
Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

R: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda scoutman » 09/03/2015, 20:58

Certo mi riferivo a qualche anno fa, quando i Lakers erano uno squadrone e Golden State sempre in coda...

Inviato dal mio HTC Desire EYE
scoutman
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 3878
Iscritto il: 14/02/2011, 15:01
Località: Bitonto

R: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda scoutman » 09/03/2015, 21:02


Altra tripla doppia di Westbrook, ok Spurs e GS


Pubblicato il 09/03/2015 alle 07:43

Daniele Fantini (twitter: @d_fantini)

La point-guard di OKC prosegue il suo momento magico nella vittoria su Toronto, San Antonio batte Chicago nella prima partita senza canestri della carriera di Tim Duncan

Tim Duncan
 ha giocato 1.311 partite in carriera, ma mai, prima d’ora, aveva chiuso senza un singolo canestro realizzato. Il caraibico esce dall’AT&T Center con 3 punti (tutti dalla lunetta) e 0/8 dal campo, ma nonostante il suo primo uovo in NBA, i  San Antonio Spurs(39-23) matano i Chicago Bulls (39-25) 116-105  nel matinée domenicale infilando la quinta vittoria consecutiva. A caricarsi il grosso del fardello sulle spalle è Tony Parker, a referto con 32 punti (season-high), frutto di 13/19 dal campo: al franco-belga fanno eco i 20 con 8 rimbalzi di Kawhi Leonard e i a16 dalla panchina di Manu Ginobili. Per i Bulls, sempre privi di Derrick Rose, Jimmy Butler e Taj Gibson, non bastano i 23 con 15 rimbalzi di Pau Gasol, i 22 di Aaron Brooks e i 19 di Nikola Mirotic dalla panca.



Chi invece continua a non avere problemi a riempire il foglio delle statistiche nonostante la maschera che gli limita la visuale dopo la frattura dello zigomo è Russell Westbrook: la point-guard degli  Oklahoma City Thunder  (35-28) scrive la sua quinta tripla doppia nelle ultime 6 gare nel successo per 108-104 sui Toronto Raptors (38-25) con 30 punti (9/21 al tiro), 17 assist e 11 rimbalzi (ma anche 9 palle perse). OKC, che riprende una partita di vantaggio su New Orleans nella corsa all’ottavo posto, ha anche 21 punti a testa da Enes Kanter e Serge Ibaka. Per Toronto, alla terza sconfitta consecutiva, non servono i 24 con 9 assist di DeMar DeRozan e i 20 di Terrence Ross.

Golden State Warriors  (49-12) infilano la sesta vittoria casalinga consecutiva domando i Los Angeles Clippers (40-23) 106-98 nonostante una serata non particolarmente prolifica di Stephen Curry, fermo a 12 punti con 3/9 dal campo e sbloccatosi soltanto dopo la metà del secondo periodo. La formazione di coach Steve Kerr si può consolare con i 23 punti di Draymond Green, i 21 di Klay Thompson (9/13) e con un’altra grande prova dalla panchina di Shaun Livignston , autore di 21 punti (season-high) e 8 rimbalzi. I Clippers, che soffrono la seconda sconfitta consecutiva e la quinta in trasferta nella Bay Area, hanno 18 punti da JJ Redick, 14 con 11 assist da Chris Paul e 22 dalla panchina di Austin Rivers.

Los Angeles viene così riagganciata al quinto posto in classifica dai Dallas Mavericks  (41-24), che risorgono dopo le sconfitte contro Portland e Golden State piegando i Los Angeles Lakers (16-49) 100-93. Monta Ellis riaggiusta la mira dopo due gare spuntate e chiude con 31 punti (12/22 dal campo), 18 dei quali nel solo terzo periodo, mentre Chandler Parsons ritorna con 11 punti e 6 rimbalzi dopo 7 gare di assenza per una distorsione alla caviglia; sempre out Devin Harris per l’infortunio alla mano destra. Per i Lakers, alla quinta sconfitta in fila, non servono i 17 con 8 rimbalzi di Carlos Boozer e i 15 a testa di Wesley Johnson e Jordan Clarkson.

Gli Utah Jazz (25-36) proseguono il loro ottimo periodo infilando la settima vittoria nelle ultime 9 partite, passando 95-88 nella trasferta al Barclays Center contro i Brooklyn Nets(25-36). Gordon Hayward guida con 24 punti e 5 rimbalzi, seguito dai 22 con 8 rimbalzi di Derrick Favors e dai 14 di Dante Exum. I Nets, al terzo ko in fila e scivolati ora a 2.5 gare di distanza dall’ottavo posto a Est, hanno 19 punti a testa da Thaddeus Young e Brook Lopez.

Charlotte Hornets (28-33) consolidano il settimo posto superando i Detroit Pistons (23-39) 108-101 nella trasferta al Palace of Auburn Hills: è la quinta vittoria consecutiva che permette alla franchigia del North Carolina di rispondere al momento positivo degli Indiana Pacers, insediatisi all’ottava piazza a Est. Al Jefferson chiude con 24 punti e 8 rimbalzi (10/14 al tiro), cui fanno eco i 21 con 9 assist di Mo Williams, ma alla fine è la difesa di Michael Kidd-Gilchrist (10 punti e 6 rimbalzi) nel secondo tempo su Reggie Jackson a risultare decisiva. Per Detroit, che accusa il sesto ko in fila, non bastano i 25 dello stesso Jackson (21 dei quali nella prima metà di gara) e i 18 con 11 rimbalzi di Greg Monroe.

Chiude il quadro della nottata il successo degli  Orlando Magic  (21-43) 103-98 sui Boston Celtics (25-35). Victor Oladipo guida la franchigia della Florida con 22 punti, 7 rimbalzi e 5 assist, ma nel quarto periodo brillano Tobias Harris (21 punti) e Maurice Harkless, che chiude con 14 punti e 7 rimbalzi in 30 minuti. Boston ne ha 21 con 9 assist da Isaiah Thomas, 19 con 17 rimbalzi da Brandon Bass e 16 da Marcus Smart.

Nel dettaglio, tutti i risultati della notte:

SAN ANTONIO SPURS-CHICAGO BULLS 116-105

GOLDEN STATE WARRIORS-LOS ANGELES CLIPPERS 106-98

BROOKLYN NETS-UTAH JAZZ 88-95

DETROIT PISTONS-CHARLOTTE HORNETS 101-108

ORLANDO MAGIC-BOSTON CELTICS 103-98

OKLAHOMA CITY THUNDER-TORONTO RAPTORS 108-104

LOS ANGELES LAKERS-DALLAS MAVERICKS 93-100


* * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport




Inviato dal mio HTC Desire EYE
scoutman
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 3878
Iscritto il: 14/02/2011, 15:01
Località: Bitonto

Re: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 10/03/2015, 0:26

La vera notizia di ieri è che ha finalmente giocato Datome. :lol:
Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

Re: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 10/03/2015, 0:30

Intanto Curry continua a fare ste cose con una semplicità disarmante.

Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

Re: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda Alnex » 14/03/2015, 19:06

Qualcuno fermi quest'uomo. :lol:

Alnex
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 10587
Iscritto il: 25/07/2010, 12:07

R: NBA - Stagione 2014 - 2015

Messaggioda scoutman » 14/03/2015, 23:34

Nba, i Mavericks sorprendono i Clippers, Portland non si ferma più

Ottava tripla doppia stagionale di Russell Westbrook nella vittoria dei Thunder con i T'Wolves, Atlanta passa a Phoenix con un super 4° periodo, ok Toronto e Charlotte. A Sacramento non basta un super Cousins da 39 punti per battere Philadelphia



I Mavericks ritrovano l'attacco e sorprendono i Clippers, restando a galla nella lotta per i primi quattro posti ad Ovest, dove Portland non si ferma (7a vittoria nelle ultime 8) battendo Detroit. Ottava tripla doppia stagionale di Russell Westbrook nella vittoria dei Thunder con i T'Wolves, Atlanta passa a Phoenix con un super 4° periodo, ok Toronto e Charlotte. A Sacramento non basta un super Cousins da 39 punti e 24 rimbalzi per battere Philadelphia.

Charlotte Hornets-Chicago Bulls 101-91 

Una tripla di Gerald Henderson dà il via al 10-1 con cui gli Hornets (29-35) prendono definitivamente per le corna i Bulls (40-27) in una partita dai più volti, in cui Charlotte (senza Jefferson) era scivolata presto a -19. “Hanno talento e grande ritmo, se non metti energia e attenzione ai dettagli, ti stendono” ha detto Henderson, 12 dei suoi 20 punti nella ripresa per rimettere gli Hornets all'8° posto. Chicago passa dal miglior 1° quarto della stagione, 35 punti con 7/8 da 3 (protagonisti Snell e Brooks), al peggiore, il 3° da 10 con 3/17. “Avere un vantaggio così ampio troppo presto è un'arma a doppio taglio, ma di solito succede alle squadre giovani” ha detto Gasol, 18+8. Messa la freccia con un 23-5 in avvio di 4° periodo, Charlotte non s'è più guardata indietro, forte del dominio a rimbalzo (55-36) e di 27 punti da seconda chance.
Charlotte: Henderson 20 (4/11, 1/2, 9/9 tl), Mo Williams 18, Kidd-Gilchrist 13, Ma. Williams 12, Biyombo, Walker e Maxiell 10. Rimbalzi: Biyombo 10. Assist: Walker 7.
Chicago: Brooks 24 (6/10, 3/7, 3/5 tl), Gasol 18, Snell 17, Mirotic 15, McDermott 13. Rimbalzi: Mirotic 9. Assist: Noah 6. 

Philadelphia 76ers-Sacramento Kings 114-107 

Non basta un DeMarcus Cousins da 39 punti e 24 rimbalzi (prima partita stagionale da almeno 30+20, l'ultimo a farla in un k.o fu ancora lui, nel 2013), perché Philadelphia (15-50) rientra da -18 e batte Sacramento (22-42) con una ripresa da 63 punti e il 59% dal campo, contro il 26% dei californiani. La svolta nell'intervallo, dopo aver subito 42 punti nel 2° quarto dai Kings. “Coach Brown ci ha parlato a muso duro, ricordandoci che non era questa la cultura che cerca di costruire qui a Philly” rivela Ish Smith, play all'ottava maglia Nba in 5 anni e fondamentale come tutta la panchina (47 punti totali, contro i 25 di quella Kings) nel break di 40-9 che a inizio 4° periodo, dal -18, porta i Sixers a +13. E quando Cousins riavvicina i Kings, cè un alley-oop Smith-Noel a chiudere i giochi a 45”. “Quella con Boogie è stata una sfida interessante – ha detto il rookie di Philly – da cui ho imparato molto”.
Philadelphia: Covington 24 (2/5, 6/12, 2/3 tl), Noel 16, Grant 13, Mbah a Moute, Sampson, Thompson e Smith 10. Rimbalzi: Noel 12. Assist: Smith 9.
Sacramento: Cousins 39 (12/24, 15/20 tl), Gay 24, Williams 15. Rimbalzi: Cousins 24. Assist: McCallum 8. 



Toronto Raptors-Miami Heat 102-92 

“E' tornato il vecchio Kyle”. Dwane Casey è soddisfatto: battendo il tabù Miami (29-36) dopo 16 sconfitte, Toronto (39-26) può dire di aver ritrovato in tutto per tutto il proprio leader, già 32 punti agli Spurs nell'ultima uscita ed ora autore della prima “4x7” della stagione, con 19 punti, 8 rimbalzi, 8 assist e 7 palle recuperate. I Raptors tornano così a vincere dopo quattro k.o. e dopo aver vinto 1 sola gara su 10 negli ultimi venti giorni. “Ha segnato da 3, mosso palla, aperto il campo” dice Casey della propria point guard, vero e proprio generale in campo e guida un 1° tempo da 15 assist su 18 canestri, in cui Toronto scappa con un parziale di 22-8, scandito da 4 triple di Lowry e Williams. Gli Heat non riescono a sfruttare l'assenza di Valanciunas (diventato padre) con il ritorno di Whiteside, e compromettono la propria partita tirando con il 36% (1/11 da 3) nella prima metà gara e perdendo 21 palloni.
Toronto: Lowry 19 (2/4, 5/8), DeRozan 18, Williams 14, A. Johnson 13, Vasquez 12. Rimbalzi: Lowry 8. Assist: Lowry 8.
Miami: Wade 25 (8/11, 1/2, 6/8 tl), Dragic 18, Beasley 11. Rimbalzi: Whiteside 12. Assist: Dragic 5. 

Oklahoma City Thunder-Minnesota Timberwolves 113-99 

Russell Westbrook fa registrare la sua 8a tripla doppia della stagione (29 punti, 12 assist e 10 rimbalzi), trascinando i Thunder (36-29) al successo contro Minnesota (14-50). Andrew Wiggins, intanto, prende appunti. “Ho preso nota di ciò che serve per arrivare dove è lui adesso – dice il rookie dei T'Wolves -, è uno competitivo, sempre aggressivo, sempre pronto a migliorare il suo gioco, senza una pausa. E' un grande giocatore”. I Thunder controllano i tabelloni (54 punti in area, 19 da seconda chance): con un ottimo Kanter l'assenza di Ibaka pesa meno di quelle di Pekovic e Garnett, e quando Westbrook segna 15 dei suoi 29 punti nel 4° periodo, mettendo anche la tripla cruciale del break di 9-1 (con gioco da 3 punti di Adams e tripla di Augustin, assistiti da Westbrook) che nel 4° periodo rimette Minnesota (che nel frattempo perde Rubio, out per una distorsione alla caviglia) a -15. “E' questo l'aspetto su cui dobbiamo migliorare – dice Russ, chiudere le partite quando mancano 5-6 minuti”.
Oklahoma City: Westbrook 29 (8/18, 3/6, 4/4 tl), Kanter 23, Morrow 13, Waiters e McGary 12. Rimbalzi: Kanter 15. Assist: Westbrook 12.
Minnesota: Dieng 21 (7/10, 7/8 tl), Wiggins 19, Hamilton 17, Martin 14. Rimbalzi: Dieng 14. Assist: LaVine 7. 

Dallas Mavericks-Los Angeles Clippers 129-99 

Dopo tre sconfitte in quattro gare e l'imbarazzante -33 subito da Cleveland, i Mavericks (42-25) avevano bisogno di una vittoria di qualità. E quella con i Clippers (42-24), la n° 330 con cui coach Rick Carlisle sorpassa Dick Motta per successi sulla panchina di Dallas, lo è stata: con il +30 su LA (che domenica dovrebbe riavere Griffin), i Mavs danno un piccolo segnale di salute con una super prestazione balistica (60% dal campo, 16/28 da 3) che interrompe una striscia di 17 gare sotto il 50%. Protagonista assoluto è Chandler Parsons, 22 punti con 5/6 da 3 e propiziatore del break di 15-6 con cui nel finale del 1° tempo i Mavs, a +11, hanno messo le mani sul manubrio. “L'abbiamo perso in transizione, ci siamo fatti sorprendere in penetrazione. Non abbiamo fatto un buon lavoro su di lui, e parte da me” fa mea culpa Matt Barnes. Nella ripresa andrà anche peggio: Dallas segna 70 punti con il 68%, 40 dei quali dalla panchina, e arriva fino al +32.
Dallas: Parsons 22 (3/6, 5/6, 1/1 tl), Villanueva 19, Harris e Barea 15, Nowitzki, Chandler e Harris 14. Rimbalzi: Chandler 12. Assist: Rondo 7.
Los Angeles: Redick 17 (4/9, 2/5, 3/3 tl), Jordan 16, Barnes 14, Paul 11. Rimbalzi: Jordan 18. Assist: Paul 7. 

Phoenix Suns-Atlanta Hawks 87-96 

Basta un quarto di Hawks per battere i Suns: con un 4° periodo da 31-14 e con il 60% dal campo, Atlanta (51-14) batte Phoenix (34-33) e raddrizza partita e inizio di road trip, dopo il k.o. di Denver nel primo di sei incontri in trasferta. La squadra di Budenholzer entra nell'ultimo quarto sotto di 8 e con 3/11 da tre, dopo aver subito l'energia dei gemelli Morris, 40 punti in coppia con Marcus protagonista nell'11-0 di inizio ripresa. “Ma crediamo nei nostri tiratori – ha detto coach Bud alla fine -, nelle spaziature e nel movimento di palla. Spesso le percentuali se non sono dalla tua parte all'inizio lo saranno alla fine”. E infatti nell'ultimo quarto cambia tutto: Bazemore è la sentinella perfetta per Bledsoe e lo costringe a 4 perse, Korver e Millsap scaldano la mano dall'arco (5/7 di squadra), e con un 19-4 gli Hawks sorpassano i Suns, che si eclissano con il passare dei minuti. “Dopo tre buoni quarti – ha detto Hornacek - all'improvviso sembrava camminassimo nella sabbia, non riuscendo più a far nulla”.
Phoenix: Markieff Morris 22 (9/16, 0/2, 4/5 tl), Bledsoe 21, Marcus Morris 18, Tucker 11. Rimbalzi: Tucker 9. Assist: Bledsoe 6. 
Atlanta: Millsap 23 (7/12, 3/6), Korver 14, Horford 12, Carroll, Schroder e Bazemore 11. Rimbalzi; Millsap 9. Assist: Teague 9. 

Portland Trail Blazers-Detroit Pistons 118-99 

Vincono e convincono ancora i Blazers, pur se stavolta l'avversario è meno probante dei Rockets: Portland (43-20) centra la settima vittoria in otto gare annichilendo già nel 1° tempo una Detroit (23-42) sempre più in crisi, al proprio 9° k.o. consecutivo. Con Lillard (13 punti nel 1° quarto) e Aldridge (10) subito in ritmo, la squadra di Stotts chiude il 1° quarto con un break di 21-6 che la mette a +11, poi con il buon impatto di Kaman e Leonard, sia in attacco sia in difesa dove Portland non va sotto contro la coppia Drummond-Monroe (43-36 Blazers a rimbalzo) arriva a +18 in un primo tempo da 64 punti con il 57% dal campo. “E' un bene aver avuto una partita di questo tipo, con tutti i giocatori sotto i trenta minuti di utilizzo. Ogni tanto ci vuole” ha detto Stotts pensando ad una ripresa che è stata pura formalità, almeno fino a quando Joel Freeland e Shawne Williams si sono fatti espellere a 1' dalla fine, quando il lungo dei Blazers è intervenuto in difesa di Leonard.
Portland: Lillard 28 (4/5, 5/7, 5/6 tl), Aldridge 22, Afflalo e Leonard 15, Kaman 14, Lopez 11. Rimbalzi: Batum 8. Assist: Lillard 9.
Detroit: Monroe 19 (7/13, 5/5 tl), Drummond 16, Meeks 14, Caldwell-Pope 12, Butler e Jackson 11. Rimbalzi: Drummond 17. Assist: Jackson 10. 



Inviato dal mio HTC Desire EYE utilizzando Tapatalk
scoutman
Avatar utente
Non connesso
M'briak
M'briak
 
Messaggi: 3878
Iscritto il: 14/02/2011, 15:01
Località: Bitonto

Prossimo

Torna a Oltrecalcio: tutti gli sport

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti