Hamlili: "A centrocampo ci sarà concorrenza" - Terrani: "Ho giocato al San Nicola, tifosi incredibili"

Terminata la seduta di allenamento mattutina, sono Zaccaria Hamlili e Giovanni Terrani a presentarsi in sala stampa per rispondere alle domande della stampa presente nella sede del ritiro biancorosso. 

Dopo una stagione da protagonista, Zaccaria Hamlili, guarda dritto negli occhi una stagione che si preannuncia densa e piena di stimoli: «È un'avventura importante. Sappiamo che nessuno ci regalerà nulla e dobbiamo lavorare al meglio. A centrocampo ci sarà concorrenza, ma mi sembra normale quando punti a vincere. Sta nascendo un Bari forte, con un gruppo solido fuori e dentro il campo; squadra e staff. Anche il mister è forte come sempre; è uno che ci carica sempre molto e anche lui è carico sin dai primi giorni. Con lui ho già lavorato, penso ad allenarmi bene in settimana e poi saprà lui come impiegarmi perché io possa rendere al meglio».

Il volto nuovo è invece quello di Giovanni Terrani, fresco di playoff promozione sfumato con la maglia del Piacenza, ma pronto a mettersi a disposizione di mister Cornacchini grazie alla sua duttilità sul fronte offensivo: «Sono un esterno d'attacco offensivo, ma in base alle richieste del mister posso adattarmi. A Piacenza nel 4-3-3, per esempio, ho giocato sia a destra, sia a sinista; nel 3-5-2 giocavo davanti. Quella con il Bari è un'occasione arrivata al momento giusto, 25 anni e in maniera quasi inaspettata. Non potevo dire di no. Bari è una piazza che non ha bisogno di presentazioni; ho avuto la fortuna di giocare al San Nicola con il Perugia e devo dire che il calore dei tifosi è qualcosa di indescrivibile. Bari ha la forza di una squadra di un'altra categoria anche grazie al supporto dei suoi tifosi, in casa e fuori casa». 


sscbari