Antenucci completa la rimonta a tempo scaduto. Il Bari soffre ma batte il Rieti: 1-2

Nervi, cuore, e tanta fortuna. Il Bari trasforma una possibile figuraccia in un pomeriggio di successo in casa del fanalino di coda Rieti. La decide al 95' il rigore di Antenucci (35 anni per lui oggi e 149 goal in carriera) che fissa il finale di 1-2 in favore dei biancorossi. Rieti in vantaggio nel primo tempo con il rigore (generosamente fischiato per fallo di Sabbione su Guiebre, così come non limpido il penalty concesso al Bari) realizzato da Marcheggiani, poi il pareggio del Bari al 79' con Franco "el loco" Ferrari subentrato nella ripresa (Rieti in dieci nel finale per l'espulsione di Tirelli). Nel mezzo un buon Rieti, che resta a zero punti dopo aver messo sotto per buona parte del match un Bari ancora una volta apparso spento, senza idee, premiato solo dalla sua determinazione e da un pizzico di buona sorte. La squadra di Cornacchini vince ma non convince ancora; per il momento va bene così. Bari che sale a quota 6 in classifica e, almeno con il risultato, spazza via la sconfitta interna patita dalla Viterbese.

Riccardo Resta
BariViva